PRATICHE EDILIZIE

Autorizzazione paesaggistica

Lo studio Hadrian Lab è esperto nella elaborazione e ottenimento della autorizzazione paesaggistica, necessaria nel caso in cui si vogliano realizzare interventi su parti esterne di un immobile, che ricade in una zona sottoposta a vincolo. Operiamo in tutta la Sicilia ed in particolare nelle provincie di Palermo, Catania, Messina, Trapani, Agrigento, Enna, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa.

Cambio di destinazione d’uso

Lo studio Hadrian Lab è esperto nella elaborazione della pratica per il cambio di destinazione d’uso. Operiamo in tutta la Sicilia ed in particolare nelle provincie di Palermo, Catania, Messina, Trapani, Agrigento, Enna, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa.
Se il cambio di destinazione d’uso  di cui necessiti richiede anche la realizzazione di opere edili, e quindi ulteriori titoli edilizi, ti invitiamo a contattarci per un preventivo personalizzato, sicuramente conveniente.

Certificato di Agibilità/Abitabilità

Lo Studio Hadrian Lab è esperto nella elaborazione della pratica per il rilascio del certificato di agibilità, necessario per vendere, acquistare o affittare casa.

 

Il certificato di agibilità relativo ad un immobile  è un documento che serve ad attestare la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
Operiamo in tutta la Sicilia ed in particolare nelle provincie di Palermo, Catania, Messina, Trapani, Agrigento, Enna, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa.

Riportiamo di seguito alcuni chiarimenti sulla pratica relativa al certificato di agibilità:

Il certificato di agibilità serve per vendere, affittare e usare l'immobile?

Si, il certificato di agibilità è obbligatorio per:
> vendere, acquistare o affittare l’immobile
> per l’uso a fini residenziali, quindi per vivere all’ interno di una abitazione
> per esercitare qualsiasi attività: commercio, ufficio, artigianato, industria, ecc.

Ho effettuato dei lavori all’interno della mia abitazione, il mio certificato di agibilità è ancora valido?

E’ obbligatorio richiedere l’aggiornamento del certificato di agibilità, presentando una nuova domanda di rilascio certificazione al Comune, se sull’immobile sono avvenuti lavori o cambiamenti che ne hanno modificato le condizioni di sicurezza, igiene, salubrità.
Per esempio aumento/diminuzione dei vani, accorpamento o frazionamento di unità immobiliari, oppure nel caso in  un edificio privo di agibilità vengano eseguite opere che richiedono il rilascio di un titolo edilizio ( D.I.A/ S.C.I.A./C.I.L.A./C.I.L./P.d.C.).

Ho effettuato dei lavori nel mio appartamento senza permessi, è sufficiente modificare la planimetria catastale per avere il certificato di agibilità?

Non è possibile effettuare il cambiamento della sola planimetria catastale, in quanto ogni aggiornamento catastale, per essere accettato, necessita dell’indicazione di un “giustificativo”, e cioè della pratica edilizia che ne autorizzi la realizzazione. Per richiedere il certificato di agibilità è necessario che “a monte”  non  ci siano difformità.  Nel caso i lavori siano già stati eseguiti sarà necessario procedere prima alla regolarizzazione delle opere, e solo dopo si potrà procedere per il rilascio dell’agibilità.

Ottenere il certificato è troppo costoso, cosa succede se decido di vendere casa senza il certificato di agibilità?

Ci si può sciogliere dal contratto di vendita di una casa senza il certificato di abitabilità, salvo che l’acquirente sia stato messo al corrente di ciò, con apposita menzione inserita nel rogito notarile. Se, pertanto, il venditore tace sull’assenza dell’agibilità, l’acquirente ha diritto a ottenere indietro i soldi versati e a recedere dal contratto.
Va precisato però, che  il certificato di agibilità deve essere richiesto dal venditore e consegnato all’acquirente necessariamente  per i nuovi  edifici (ossia quelli costruiti successivamente al 30/06/2003) o per quelli già esistenti per i quali siano stati eseguiti talune tipologie di interventi edilizi.

L’offerta è valida per pratiche per il rilascio di certificato di agibilità relativo a singole unità immobiliari ad uso abitativo. Per le altre tipologie di immobili, o con uso diverso da quello abitativo vi invitiamo a contattarci per definire un preventivo

PREZZO TUTTO INCLUSO

Nel prezzo richiesto € 500,00  è incluso il sopralluogo dettagliato, raccolta di tutte le informazioni, verifica della conformità catastale ed urbanistica dell’immobile, elaborazione dell’ Attestato di Prestazione Energetica, redazione perizia giurata attestante la conformità dell’immobile alle norme igienico sanitarie e dichiarazione di conformità delle opere realizzate alla normativa sull’accessibilità e superamento delle barriere architettoniche.

I soli costi non compresi nella parcella sono:

– Realizzazione eventuali certificati mancanti

-Eventuali sanzioni

-Diritti di segreteria per la presentazione della pratica.

-Spedizione plico a mezzo raccomandata, contenente tutta la documentazione     prodotta, nel caso in cui non fosse possibile ritirare il plico in studio.

Come prima cosa ti invitiamo a contattarci, così da poter parlare con un tecnico al quale potrai spiegare le caratteristiche dell’immobile di cui vuoi ottenere l’agibilità.

Inizialmente dovremo infatti capire se l’immobile è conforme ai regolamenti vigenti (regolamento edilizio, codice civile, regolamento di igiene ecc..) e in possesso di tutta la documentazione necessaria.

Il giorno del sopralluogo ti chiederemo di fornirci i seguenti dati e documenti:

  • Carta di identità e codice fiscale di tutti gli intestatari degli immobili (no patente).
  • Copia dell’atto di provenienza dell’immobile (atto compravendita,, donazione, successione, ecc..)
  • Copia delle pratiche edilizie precedenti ( es. permesso di costruire ecc.)
  • Visura e dati catastali
  • Planimetria catastale
  • Certificato di collaudo statico dell’immobile o dichiarazione di regolare esecuzione dei lavori
  • Certificati di conformità degli impianti

Una volta acquisiti tutti i documenti, procederemo ad effettuare la Segnalazione certificata di agibilità.

I tempi di elaborazione e consegna pratica al Comune sono di circa 10 giorni lavorativi dal giorno del sopralluogo, o da quando ci saranno consegnati tutti i dati e documenti necessari.

Naturalmente le tempistiche possono variare in relazione a periodi di festività locali o nazionali e soprattutto quando gli enti hanno problemi interni (malfunzionamento dei siti,

chiusure ecc..), oppure nel caso la documentazione sia da integrare. Cercheremo in ogni caso di ridurre eventuali ritardi al minimo.

Sono previsti due pagamenti :

  • € 250,00 come anticipo il giorno del sopralluogo
  • € 250,00 come saldo finale successivamente all’invio del certificato al Comune

In seguito alle disposizioni del decreto cosiddetto “Scia 2” (DLgs 222 del 2016), il certificato di agibilità è stato sostituito dalla Segnalazione certificata di agibilità. Con la Segnalazione certificata di agibilità il direttore dei lavori (o il professionista abilitato nel caso in cui il direttore dei lavori non sia stato nominato) assevera l’agibilità (anche parziale) dell’immobile ed anche la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti, nonché la conformità dell’opera al progetto presentato.

Significa che viene meno l’iter secondo il quale il titolare del permesso di costruire, o chi aveva presentato la SCIA, poteva far richiesta di certificato di agibilità, rilasciato, poi, dal Comune (dal dirigente o dal responsabile del competente ufficio).

È il direttore dei lavori, o in sua assenza un professionista abilitato, ad asseverare l’agibilità e la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, di salubrità e di risparmio energetico degli edifici e degli impianti installati.

Attestata la conformità dell’intervento alla legge, gli edifici – o loro porzioni – possono essere utilizzati sin dalla data di presentazione della Segnalazione certificata

CILA – SCIA – DIA- Permesso di costruire

Se vuoi ristrutturare casa spostando delle pareti interne, anche se sono in cartongesso, è obbligatorio presentare una pratica di autorizzazione al Comune, e poi effettuare un aggiornamento al catasto.

 

Fai tutto in modo regolare, evitando di incorrere in sanzioni, futuri problemi nonché di perdere le detrazioni fiscali.
Il team di professionisti Hadrian Lab è specializzato in pratiche edilizie ed opera in tutta la Sicilia ed in particolare nelle provincie di Palermo, Catania, Messina, Trapani, Agrigento, Enna, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa.

 

Le principali pratiche edilizie di cui ci occupiamo sono:

E’ una pratica che rientra nel perimetro della “edilizia libera”, ma che a differenza di come vengono definite dal D.P.R 380/01, sono sottoposte alla presentazione di un titolo edilizio. La C.I.L.A. è una pratica che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (es. Architetto, Ingegnere, Geometra…). Le opere  più comuni che vengono autorizzate con la C.I.L.A sono:

  • Apertura/ chiusura di porte
  • Lo spostamento di pareti interne
  • In generale tutte le opere interne che non vadano ad incidere su strutture portanti.

E’ la pratica più usata nelle ristrutturazioni di appartamento, e permette di iniziare i lavori dal giorno successivo alla presentazione della pratica al Comune.

E’ una pratica edilizia necessaria per autorizzare, oltre alle opere incluse nella CILA,

anche opere che riguardino le parti esterne e/o portanti dell’unità immobiliare.

La pratica S.C.I.A. deve essere asseverata da un tecnico abilitato (es. Architetto, Ingegnere, Geometra…), in qualità di progettista, e prevede inoltre la nomina di un direttore dei lavori, che può essere lo stesso progettista.

Per le opere che comportino interventi strutturali, sarà necessaria la verifica a firma di un ingegnere strutturista.

A lavori ultimati sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori”, al quale dovranno essere allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni relative agi impianti.

Anche la pratica S.C.I.A.  permette di iniziare i lavori dal giorno successivo alla presentazione della pratica al Comune.

La pratica D.I.A. (denuncia inizio attività) serviva fino a qualche tempo fa, per autorizzare le opere oggi regolamentante con la S.C.I.A, con l’inconveniente però di dover attendere 30 giorni di silenzio/assenso del Comune prima di poter iniziare i lavori.

Oggi la D.I.A. può essere utilizzata come “alternativa al permesso di costruire” per autorizzare opere come ampliamenti, demolizioni parziali e recupero del sottotetto a fini abitativi.

Rimane invariato l’obbligo di attendere 30 giorni di silenzio / assenso del comune, al termine del quale dovrà  essere prodotta una “comunicazioni di inizio lavori”.

La pratica D.I.A. deve essere asseverata da un tecnico abilitato (es. Architetto, Ingegnere, Geometra…), in qualità di progettista, e prevede inoltre la nomina di un direttore dei lavori, che può essere lo stesso progettista.

Per le opere che comportino interventi strutturali, sarà necessaria la verifica a firma di un ingegnere strutturista.

A lavori ultimati sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori”, al quale dovranno essere allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni relative agi impianti.

Il Permesso di Costruire è un titolo edilizio che, oltre ad includere tutte le opere autorizzabili con tutte le altre pratiche edilizie, consente di effettuare lavori di maggiore rilevanza come nuove costruzioni o ristrutturazioni con demolizione/ricostruzione.

E’ l’unico titolo edilizio, per il quale il Comune, in seguito alle dovute valutazioni, rilascia un parere ( il permesso di costruire appunto).

I lavori possono iniziare solo a seguito del rilascio del premesso da parte del Comune, che è tenuto ad esprimersi entro 60 giorni.

Prima di iniziare i lavori, anche in questo caso, è necessario produrre una comunicazione di inizio dei lavori.

Il permesso di costruire è una pratica edilizia che deve essere asseverata da un tecnico abilitato (es. Architetto, Ingegnere, Geometra…), in qualità di progettista, e prevede inoltre la nomina di un direttore dei lavori, che può essere lo stesso progettista.

Per le opere che comportino interventi strutturali, sarà necessaria la verifica a firma di un ingegnere strutturista.

A lavori ultimati sarà necessario presentare una comunicazione di “fine lavori”, al quale dovranno essere allegati l’aggiornamento catastale e le certificazioni relative agi impianti.

 

A seconda della tipologia delle opere e del contesto in cui queste andrebbero eseguite, potrebbe essere necessario integrare i titoli edilizi precedentemente descritti, con ulteriori pratiche, ad esempio autorizzazione paesaggistica ed autorizzazione dei beni culturali.

Il rilascio di questi permessi dai relativi enti comporta purtroppo un allungamento dei tempi che può essere anche di alcuni mesi.

Per alcuni titoli edilizi come SCIA, DIA e Permesso di costruire potrebbe è spesso necessario includere alcuni allegati come la relazione del progetto per il risparmio energetico (L.10/91 ), certificazione energetica A.P.E ecc.

Il team Hadrian Lab fornirà tutto il necessario all’ottenimento dei permessi edilizi.

La nostra offerta si riferisce alle pratiche relative all’autorizzazione di opere di piccola entità, ed in particolare per ristrutturazioni interne che prevedano lo spostamento di pareti ecc… Per le altre tipologie di interventi ti invitiamo a contattarci per un preventivo personalizzato, ma sicuramente conveniente.

 

PREZZO TUTTO INCLUSO

Nel prezzo richiesto € 850,00 è incluso tutto (tasse, diritti catastali). Nella tariffa è incluso il sopralluogo con rilievo, raccolta di tutte le informazioni, stesura del progetto, elaborazione dei calcoli, presentazione pratica edilizia e successiva pratica catastale, consegna di tutti i materiali al cliente.

I soli costi non compresi nella parcella sono:

  • Eventuali sanzioni
  • Diritti di segreteria per la presentazione della pratica edilizia al Comune, qualora previsti, infatti in alcuni comuni la presentazione della CILA è gratuita.
  • Spedizione plico a mezzo raccomandata, contenente tutta la documentazione prodotta, nel caso in cui non fosse possibile ritirare il plico in studio.

Come prima cosa ti invitiamo a contattarci, così da poter parlare con un tecnico al quale potrai spiegare le opere che devi realizzare. Inizialmente dovremo infatti capire se le opere realizzate sono conformi ai regolamenti vigenti (regolamento edilizio, codice civile, regolamento di igiene ecc..) e quindi realizzabili.

 

Una volta accertata la fattibilità delle opere, e chiarito ogni altro eventuale dubbio, fisseremo un sopralluogo presso l’immobile da sanare, per effettuare un accurato rilievo fotografico e plani-volumetrico.

Il giorno del sopralluogo ti chiederemo di fornirci i seguenti dati e documenti:

  • Carta di identità e codice fiscale di tutti gli intestatari degli immobili (no patente).
  • Copia dell’atto di provenienza dell’immobile (atto compravendita,, donazione, successione, ecc..)
  • Copia di eventuali precedenti pratiche edilizie (se disponibili)
  • Visura o dati catastali (se disponibile)
  • Planimetria catastale (se disponibile)
  • Per tutte le imprese coinvolte nel cantiere (visura camerale, documento unico regolarità contributiva DURC, e carta di identità del legale rappresentante.

Una volta acquisiti tutti i documenti e dati, verrà prodotta la pratica edilizia e verrà protocollata al comune di competenza.

Una volta terminati i lavori realizzeremo l’aggiornamento catastale, e nei casi previsti, invieremo la comunicazione di “fine lavori” al Comune.

Lo Studio Hadrian Lab elaborerà la pratica edilizia velocemente così da permetterti di iniziare i lavori in 7 giorni lavorativi dal giorno del sopralluogo, o da quando ci saranno consegnati tutti i dati e documenti necessari.

Nel momento in cui ci comunichi la fine dei lavori, in una settimana sarà inoltre pronto l’atto di aggiornamento catastale.

Naturalmente le tempistiche possono variare in relazione a periodi di festività locali o nazionali e soprattutto quando gli enti hanno problemi interni (malfunzionamento dei siti,

chiusure ecc..), oppure quando è necessario ottenere permessi da enti (autorizzazione paesaggistica, beni culturali, ecc.). Cercheremo in ogni caso di ridurre eventuali ritardi al minimo.

Sono previsti due pagamenti :

  • € 425,00 (€300,00 + tasse) come anticipo il giorno del sopralluogo
  • € 425,00 (€300,00 + tasse) come saldo finale successivamente all’approvazione dell’aggiornamento catastale

Il pagamento delle sanzioni è a carico del cliente, che dovrà provvedere nelle modalità richieste dal Comune, e poi fornire allo Studio Hadrian Lab le ricevute, che saranno allegate alla pratica.

Hadrian Lab offre gratuitamente, per agevolare il cliente e velocizzare la pratica, il servizio di pagare per conto suo le sanzioni. Questo servizio presuppone che l’importo della sanzione venga corrisposto insieme all’anticipo il giorno del sopralluogo.

A pratica ultimata verrà predisposto un plico con una copia di tutta la documentazione prodotta nello svolgimento dell’incarico.

Il plico può essere consegnato nelle seguenti modalità:

  • Ritiro gratuito in Studio su appuntamento precedentemente concordato.
  • Spedizione del plico a mezzo di raccomandata ad un costo di circa € 10

Vogliamo specificare che l’aggiornamento catastale in seguito a modifiche, è onere del comune successivamente alla dichiarazione di fine lavori. Purtroppo la maggioranza delle amministrazioni non provvede a ciò, al fine di offrire un servizio migliore e semplificare la vita ai nostri clienti lo Studio Hadrian Lab offre GRATUITAMENTE l’aggiornamento catastale.

Relazione ex Legge 10/91

Lo studio Hadrian Lab è esperto nella elaborazione della relazione ex legge 10/91, Operiamo in tutta la Sicilia ed in particolare nelle provincie di Palermo, Catania, Messina, Trapani, Agrigento, Enna, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa.

 

Cosa è la relazione ex legge 10/91?
E’ un documento che va allegato in alcuni progetti, che serve a dimostrare il rispetto dei limiti di prestazione energetica dei singoli elementi (infissi, impianti, solai…) oppure dell’intero edificio  (Indice di Prestazione Energetica).

 

Quando serve la relazione ex legge 10/91?
La relazione ex legge 10/91 va realizzata nei seguenti casi:
  • Costruzione di nuovi edifici
  • Ampliamenti edifici
  • Cambio di destinazione d’uso
  • Interventi di riqualificazione energetica ( rifacimento o sostituzione impianto termico in edifici esistenti, coibentazione tetto ecc..)

 

Sanatoria edilizia

Lo Studio Hadrian Lab è esperto nella elaborazione della pratica di sanatoria edilizia, obbligatoria nel caso in cui si siano eseguiti interventi edilizi, senza i necessari permessi.
Operiamo in tutta la Sicilia ed in particolare nelle provincie di Palermo, Catania, Messina, Trapani, Agrigento, Enna, Caltanissetta, Siracusa e Ragusa.
E’ spesso necessaria una sanatoria edilizia, nel caso in cui si decide di vendere un immobile e la situazione attuale presenta delle difformità non autorizzate.
Riportiamo di seguito alcuni chiarimenti sulla pratica di sanatoria edilizia:

Per quali opere abusive è necessario presentare una sanatoria edilizia?

Sono considerati abusi edilizi tutte le opere realizzate su un immobile, siano queste interne o esterne, senza aver richiesto le relative autorizzazioni al Comune. Tra gli abusi più comuni per esempio apertura/chiusura porte, spostamento muri interni (anche in cartongesso ).

Ho effettuato dei lavori nel mio appartamento senza permessi, è sufficiente modificare la planimetria catastale o devo effettuare anche una sanatoria?

Non è possibile effettuare il cambiamento della sola planimetria catastale, in quanto ogni aggiornamento catastale per essere accettato necessita dell’indicazione di un “giustificativo”, e cioè della pratica edilizia che ne autorizzi la realizzazione. Nel caso i lavori siano già stati eseguiti, è necessario presentare una pratica di sanatoria edilizia.

Ho comprato la casa già modificata e non ho avuto nessun problema

Se hai acquistato una casa con delle difformità senza particolari problemi è perché la verifica della conformità catastale, prima della vendita, è stata introdotta solo dal 2010 (D.L 78/2010 art. 19 comma 14). Anche se gli abusi erano già presenti, l’ultimo proprietario è quello che “paga”, se gli abusi non sono mai stati segnalati in precedenza.

In cosa consiste la pratica di sanatoria edilizia?

Per sanare degli abusi edilizi è necessario istruire le opportune pratiche e pagare delle sanzioni sia catastali che comunali. Come scritto nel Testo Unico dell’Edilizia, inoltre, per poter essere sanabili le opere devono soddisfare la cosiddetta “doppia conformità”, cioè devono rispettare sia gli attuali regolamenti edilizi, sia quelli vigenti all’ epoca dell’esecuzione degli abusi.

Quanto dovrò pagare per sanzioni o multe?

Le sanzioni variano in relazione al tipo di abuso realizzato, per le sole opere interne alle unità immobiliari la sanzione è fissata in €1000,00.
Nel caso di opere esterne, la sanzione è variabile e dipende dal Comune in relazione alla gravità degli abusi con un minimo di €516,00. Nel caso in cui gli interventi abusivi avrebbero comportato il versamento di oneri e contributi di costruzione al Comune, è previsto che venga versato il doppio dell’importo che sarebbe stato versato con la pratica ordinaria.

Sono sanabili tutti gli abusi?

No. L’abuso è sanabile solo se l’immobile, a seguito degli interventi realizzati, risulti conforme ai regolamenti edilizi e di igiene vigenti ( es. giusta dimensione ambienti, antibagno prima dei servizi ecc. ).
Capita sempre che immobili magari del vicino abbiano sanato opere simili in passato magari ricorrendo ad un condono edilizio. Oggi non ci sono più condoni, e dunque non sempre è possibile sanare le opere.

Posso vendere/acquistare un immobile con delle difformità?

Nel caso in cui si consideri la pratica di sanatoria edilizia troppo costosa, si deve tenere presente che ,qualora si voglia vendere un immobile, questo sarà impossibile.
Infatti l’eventuale acquirente non potrà chiedere un mutuo, in quanto gli istituti di credito prima di approvare il mutuo fanno verificare la conformità dall’immobile ad un perito, che bloccherà la pratica qualora rilevasse delle difformità.
Anche se l’acquirente non richiede un mutuo, vendere con delle difformità costituisce reato di falso in atto pubblico ed è perseguibile PENALMENTE.

L’offerta è valida per pratiche di sanatoria edilizia per sole opere interne ( DPR 380/01 art.6 comma 7). Per le altre tipologie di abusi è necessaria una pratica di permesso di costruire in sanatoria, che non è incusa in questa offerta, per cui vi invitiamo a contattarci per definire un preventivo.

PREZZO TUTTO INCLUSO

Nel prezzo richiesto € 850 è incluso tutto (tasse, diritti catastali). Nella tariffa è incluso il sopralluogo con rilievo, raccolta di tutte le informazioni, stesura del progetto, elaborazione dei calcoli, presentazione pratica edilizia e successiva pratica catastale, consegna di tutti i materiali al cliente.

I soli costi non compresi nella parcella sono:

  • Eventuali sanzioni
  • Diritti di segreteria per la presentazione della pratica edilizia al Comune, qualora previsti, infatti in alcuni comuni la presentazione della CILA è gratuita.
  • Spedizione plico a mezzo raccomandata, contenente tutta la documentazione prodotta, nel caso in cui non fosse possibile ritirare il plico in studio.

Come prima cosa ti invitiamo a contattarci, così da poter parlare con un tecnico al quale potrai spiegare le opere che devi sanare. Inizialmente dovremo infatti capire se le opere realizzate sono conformi ai regolamenti vigenti (regolamento edilizio, codice civile, regolamento di igiene ecc..) e quindi sanabili.

Una volta accertata la fattibilità della sanatoria edilizia, e chiarito ogni altro eventuale dubbio, fisseremo un sopralluogo presso l’immobile da sanare, per effettuare un accurato sopralluogo con relativo rilievo fotografico e plani-volumetrico.

Il giorno del sopralluogo ti chiederemo di fornirci i seguenti dati e documenti:

  • Carta di identità e codice fiscale di tutti gli intestatari degli immobili (no patente).
  • Copia dell’atto di provenienza dell’immobile (atto compravendita,, donazione, successione, ecc..)
  • Copia di eventuali precedenti pratiche edilizie (se disponibili)
  • Visura o dati catastali (se disponibile)
  • Planimetria catastale (se disponibile)

Una volta acquisiti tutti i documenti e dati, verrà prodotta la pratica edilizia e verrà protocollata al comune di competenza.

Successivamente sarà realizzato l’aggiornamento catastale.

I tempi di elaborazione e consegna pratica al Comune sono di circa 10 giorni lavorativi dal giorno del sopralluogo, o da quando ci saranno consegnati tutti i dati e documenti necessari.

Naturalmente le tempistiche possono variare in relazione a periodi di festività locali o nazionali e soprattutto quando gli enti hanno problemi interni (malfunzionamento dei siti,

chiusure ecc..), oppure quando è necessario ottenere permessi da enti (autorizzazione paesaggistica, beni culturali, ecc.). Cercheremo in ogni caso di ridurre eventuali ritardi al minimo.

Sono previsti due pagamenti :

  • € 425,00 (€300,00 + tasse) come anticipo il giorno del sopralluogo
  • € 425,00 (€300,00 + tasse) come saldo finale successivamente all’approvazione dell’aggiornamento catastale

Il pagamento delle sanzioni è a carico del cliente, che dovrà provvedere nelle modalità richieste dal Comune, e poi fornire allo Studio Hadrian Lab le ricevute, che saranno allegate alla pratica.

Hadrian Lab offre gratuitamente, per agevolare il cliente e velocizzare la pratica, il servizio di pagare per conto suo le sanzioni. Questo servizio presuppone che l’importo della sanzione venga corrisposto insieme all’anticipo il giorno del sopralluogo.

A pratica ultimata verrà predisposto un plico con una copia di tutta la documentazione prodotta nello svolgimento dell’incarico.

Il plico può essere consegnato nelle seguenti modalità:

  • Ritiro gratuito in Studio su appuntamento precedentemente concordato.
  • Spedizione del plico a mezzo di raccomandata ad un costo di circa € 10

Vogliamo specificare che l’aggiornamento catastale in seguito a modifiche, è onere del comune successivamente alla dichiarazione di fine lavori. Purtroppo la maggioranza delle amministrazioni non provvede a ciò, al fine di offrire un servizio migliore e semplificare la vita ai nostri clienti lo Studio Hadrian Lab offre GRATUITAMENTE l’aggiornamento catastale.

Nel caso in cui il cliente o il Comune impongano che sia quest’ultimo a dover aggiornare il catasto, il prezzo dell’offerta rimane invariato.

CONTATTI
HOME STAGING
Guida all'acquisto