Attestato di Prestazione Energetica

06
Mar
Attestato di Prestazione Energetica
Attestato di Prestazione Energetica
  • Arch. Antonio Carlo Oliveri
  • 0 Views
  • 0 Comment
  • No tags

Attestato di Prestazione Energetica

 

L’ A.P.E. è il documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un’abitazione o di un appartamento. E’ uno strumento di controllo che sintetizza con una scala da A4 a G, le prestazioni energetiche degli edifici.
In pratica risponde alla domanda:

 

 Quanta energia consuma l’immobile che sto acquistando o affittando?

 

 Al momento dell’acquisto o della locazione di un immobile, oltre ad essere obbligatorio, ci informa quindi sul fabbisogno energetico globale ( riscaldamento, acqua calda ecc. ) tendendo conto di una serie di fattori, come le caratteristiche costruttive, la qualità degli infissi, l’esposizione ecc.  e quindi quanto andremo a spendere in termini di bollette.

 

QUANDO VA FATTA LA CERTIFICAZIONE?

 

A partire dal 2013 è obbligatorio, per legge, fornire la certificazione energetica della propria casa
  1. Per i contratti di locazione (affitto)
  2. Per i contratti di compravendita
  3. Per le donazioni e altri trasferimenti a titolo gratuito (legge 3 agosto 2013, n.90)
  4. Al momento della pubblicazione dell’annuncio di vendita e di affitto
Sono esclusi dall’obbligo di certificazione i contratti non soggetti a registrazione, come per esempio le locazioni di durata inferiore ai 30 gg all’anno.

 

Ricordiamo inoltre che sono esclusi dall’obbligatorietà dell’attestato di prestazione energetica i seguenti immobili:
  • Box, cantine, autorimesse per i quali non è necessario garantire un confort abitativo
  • Fabbricati isolati di superficie inferiore ai 50 mq
  • I ruderi
  • Altre tipologie molto particolari (luoghi di culto, monumenti).
Inoltre l’A.P.E. è tra i documenti obbligatori da allegare alla segnalazione certificata di agibilità, e la sua validità è, nella maggior parte dei casi, di 10 anni.
CHI REDIGE L’A.P.E.?
L’A.P.E. viene redatto da un “soggetto accreditato” chiamato certificatore energetico che ha competenze specifiche in materia di efficienza energetica applicata agli edifici. La formazione, la supervisione e l’accreditamento dei professionisti viene gestita dalle Regioni con apposite leggi locali.

 

Il certificatore energetico è solitamente un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti come l’architetto, l’ingegnere ed il geometra.
COME VIENE REDATTO?  

 

Con l’ausilio di specifici software ,che tengono conto della normativa, viene effettuata una analisi energetica dell’immobile, valutate le caratteristiche delle murature e degli infissi, le caratteristiche geometriche dell’immobile, la produzione di acqua calda, il raffrescamento ed il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile.

 

In seguito il Certificatore elabora i calcoli, compila il documento e rilascia la “classe energetica” che sintetizza le caratteristiche energetiche dell’immobile.

 

Le classi energetiche sono 10:  dalla classe A4 (la più efficiente) fino alla classe G (la meno efficiente), ad ogni classe corrisponde un determinato valore di consumo energetico.
QUANTO COSTA UN A.P.E.?   

 

Il prezzo di una certificazione energetica per un appartamento è di 120€.

 

Per immobili diversi dagli appartamenti, con superfici particolarmente estese, come capannoni, grandi negozi e uffici, viene fatto un preventivo personalizzato.
DOMANDA DA UN MILIONE DI DOLLARI …..”L’A.P.E. E’ NECESSARIO DUNQUE ANCHE PER NEGOZI ED UFFICI?  
La risposta è SI. Anche per gli affitti e le vendite di immobili commerciali o ad uso ufficio, è necessaria l’acquisizione dell’A.P.E.

 

MA QUINDI …. “PERCHE’ FARE IL CERTIFICATO ENERGETICO?”
L’A.P.E. è obbligatorio per legge e le sue principali finalità sono:
  1. Strumento per valutare la convenienza economicadell’acquisto e della locazione di un immobile in relazione ai consumi energetici
  2. Strumento per consigliare degli interventi di riqualificazione energetica efficaci
Nonostante, per le costruzioni esistenti possa sembrare una mera pratica burocratica, l’A.P.E. è un documento che comporterà notevoli vantaggi nei prossimi anni.
In particolare ci sarà:
  • Aumento del valore degli immobili caratterizzati da consumi energetici bassi al momento della vendita o dell’affitto
  • Incentivazione alla costruzione di edifici ad alto rendimento energetico e ristrutturazioni energetiche con evidenti miglioramenti del livello di inquinamento da anidride carbonica CO2
COME VIENE FIRMATO UN A.P.E.?

 

L’attestato può essere firmato dal tecnico anche con la firma digitale, alcune Regioni utilizzano esclusivamente questo metodo per ricevere gli A.P.E. nel loro catasto energetico.
La firma digitale ha completa validità legale e può sostituire la copia cartacea.
SONO PREVISTE DELLE SANZIONI?

 

Si, e molto salate:
  • Se l’immobile viene venduto senza essere dotato di attestato di prestazione energetica, il venditore incorre in una sanzione variabile tra i 3000 ed i 18000 euro.
  • Se l’immobile viene affittato senza essere dotato di attestato di prestazione energetica, il locatario incorre in una sanzione variabile tra i 1000 ed i 4000 euro.
  • Se l’annuncio di un immobile da vendere od affittare non contiene i parametri energetici, la sanzione amministrativa è variabile tra i 500 ed i 3000 euro.
Per ulteriori informazioni puoi visitare la pagina APE del nostro sito:
https://www.hadrianlab.com/a-p-e-attestato-di-prestazione-energetica/
o chiamare il nostro numero verde 800 68 44 47

 

Arch. Antonio Carlo Oliveri